ASSEMBLEA 14 LUGLIO 2017 “NO ALLA DISCARICA DI AMIANTO”

Salussolesi e non hanno risposto all’invito del Comitato “Salussola ambiente è futuro” e ieri sera al Polivalente si sono presentati in circa duecento ad ascoltare le ragioni del rifiuto alla proposta di una discarica di amianto al Brianco. Durante l’assemblea moderata dalla Professoressa Alessandra Romero, salussolese D.O.C., al tavolo dei relatori sedevano oltre ai fondatori del Comitato anche personalità illustri quali il Dr. Graziano Piana specialista in Scienza Alimentazione Nutrizione Clinica, Bruno Pesce rappresentante dell’Associazione Famigliari Vittime Amianto di Casale Monferrato e Mario Ferragatta leader del Movimento Valledora.

La serata ha avuto inizio con la presentazione della proponente “Acqua & Sole S.r.l.”, società milanese, della quale è stato tracciato sotto il profilo economico-finanziario un ritratto poco confortante. A seguire sono state illustrate tutte le lacune tecniche e le inesattezze contenute nel progetto che si appresta ad essere valutato nella prossima Conferenza dei Servizi di Settembre in Provincia. A non convincere il Comitato sono, oltre alle scarse garanzie rispetto alla riuscita del progetto, anche le imponenti ragioni di business che animano la proposta.

A calamitare l’attenzione della sala è stato l’intervento del Dott. Piana che ha esordito richiamando alle loro responsabilità medici ed amministratori locali “perché se ognuno di noi deve tenersi i genitori che gli capitano e non può farci nulla, il medico e il sindaco è libero di sceglierseli”. Lo specialista ha ricordato che al cancro causato dall’amianto non si sopravvive e che per questo motivo progetti come quello in proposta al Brianco non dovrebbero nemmeno essere presi in considerazione.

Ha proseguito Bruno Pesce di AFeVA che, forte della propria esperienza in questo ambito, ha richiamato alla necessità di iniziative di programmazione e bonifica sul territorio che consentano un corretto smaltimento dell’amianto.

Dalla sala i Sindaci dei Comuni limitrofi hanno espresso all’unanimità un NO convinto al progetto e hanno ribadito che il basso Biellese e il Vercellese hanno già dato tanto in materia di smaltimento rifiuti.

Incalzato dal pubblico in sala anche il Sindaco di Salussola, Carlo Cabrio, ha finalmente espresso il proprio  diniego al progetto che verrà formalizzato nel prossimo Consiglio con una delibera di Giunta e dovrà essere supportato dalle motivazioni dei tecnici assunti dal Comune.

Mario Ferragatta del Movimento Valledora ha raccomandato la presenza della popolazione davanti alla Provincia di Biella durante la prossima Conferenza dei Servizi di Settembre in segno di protesta nei confronti di un progetto così pericoloso per il territorio.

In conclusione di serata è stata ricordata la possibilità da parte di tutti di aderire al Comitato volontario sottoscrivendone lo statuto per dare direttamente il proprio sostegno alla causa ed è stato annunciato che a breve partirà una raccolta firme per la petizione popolare contro la discarica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *